Novembre 2020

Living with Sky-Frame: Mosca

I bambini hanno uno sguardo innocente e la fantasia, che permette loro di guardare al futuro. Vedono tutto ciò che potranno diventare. Qualcuno la chiama ingenuità, per altri quello sguardo innocente sprigiona la forza e la creatività dei più piccoli. In fondo è proprio grazie a queste ampie vedute che si dissolvono i confini tra dentro e fuori, si annullano le distanze tra realtà e fantasia. Chi è di ampie vedute è in grado di vivere tutta la propria vita fino in fondo. I realisti vedono ciò che probabilmente esiste, mentre i precursori cercano con sguardo coraggioso occasioni e opportunità. C’è chi si isola e chi si apre. Proprio come i bambini, i precursori sono sempre in sintonia con il mondo: con lo spettacolare incanto della prima neve, con i misteriosi animali del bosco o con l’oscuro silenzio della luna.

 

Nella frenesia delle nostre giornate la voglia di cambiare prospettiva è fin troppo spesso soffocata. Le prospettive si assottigliano. I criteri di giudizio della qualità della vita e dell’abitare cambiano, eppure ogni tanto li viviamo ancora, questi momenti di eleganza emotiva in cui tutto sembra possibile: quando, in una notte limpidissima, ammiriamo la vastità del cielo; quando percepiamo l’equilibrio, l’armonia tra la sicurezza di casa nostra e la libertà dei nostri pensieri che si estende negli spazi aperti che plasmano l’architettura delle nostre case. Qui ci accorgiamo di essere centrati. E proviamo sollievo nell’accorgerci di non aver perso le nostre ampie vedute.

 

Perché il futuro è la somma di tutte le occasioni. Momenti tutti per noi, da gustare in silenzio. Le serate in cui ci sentiamo al sicuro, con la nostra famiglia, con le persone più care. Momenti in cui guardiamo verso lo spazio infinito.

 

A view, not a window.

 

Director: Boris Noir
DOP: Julian Steiner
Editor: David Gesslbauer
Colorgrading: Marina Starke