La storia di Sky-Frame

L’appassionato orientista ed escursionista di alta quota ama le sfide. Beat Guhl applica i valori dello sport anche nella sua professione: cercare con entusiasmo di raggiungere nuovi obiettivi, trasformare in realtà soluzioni innovative e promuovere costantemente il miglioramento personale. Lo svizzero orientale è a capo di 180 collaboratori, è sposato e ha tre figli.

Cresciuto con tre fratelli e sorelle in una famiglia contadina, Beat Guhl inizia la sua carriera con un apprendistato come metalcostruttore, studiando poi tecnica in costruzioni metalliche e conseguendo l’attestato professionale federale come maestro metalcostruttore. Ha poi concluso gli studi presso l’università di San Gallo (KMU-HSG).

La storia di successo internazionale di una PMI svizzera
Nel 1993 Beat Guhl fonda insieme a un partner commerciale la R & G Metallbau AG. Spinto dalla passione per le sfide tecniche e i prodotti innovativi, Beat Guhl decide di dedicarsi allo sviluppo di finestre scorrevoli di grandi superfici, senza telaio e soglie, spalancando agli spazi abitativi architettonici possibilità mai esistite prima. Con queste grandi superfici finestrate, Beat Guhl riesce a dare vita alla sua visione, ovvero quella di ottenere la simbiosi perfetta tra funzionalità, design senza tempo e alta ingegneria svizzera. Nel 2002 Beat Guhl brevetta il sistema Sky-Frame e la sua soluzione innovativa conquista il mercato. Nel 2010 raggiunge una posizione pionieristica: Sky-Frame viene certificata come prima finestra scorrevole in metallo separata termicamente.

Sky-Frame si è confermata presso architetti e committenti come azienda fornitrice di sistemi di finestre scorrevoli leader a livello internazionale, con filiali a Rothrist, Vienna, Milano, Londra e Los Angeles. L’azienda a conduzione familiare realizza in tutto il mondo sogni di un’architettura su misura e spazi personalizzati, e fedele alla promessa del marchio «A view, not a window», non offre semplicemente finestre, bensì panorama. Sky-Frame AG sviluppa e realizza il prodotto di qualità in Svizzera. Così Beat Guhl afferma il suo impegno per questo spazio economico, il suo paese d’origine e dove tutto è cominciato.

  • 2021

    Messa a punto di Sky-Frame 3 Plain

  • 2019

    Sviluppo e certificazione di
    Sky-Frame Hurricane

    Sky-Frame, in collaborazione con Stephan Hürlemann, espone «A Piece of Sky» alla Milano Design Week

  • 2017

    Messa a punto di Sky-Frame Plain e Pivot

  • 2016

    Messa a punto di Sky-Frame Inline
    Introduzione del nuovo azionamento (SI-1000)

    Sky-Frame si aggiudica l’Export Award di Switzerland Global Enterprise, il Prix Acier 2016 e l’Architects’ Darling Award nelle seguenti categorie:
     

    • Oro per il miglior sito web
    • Argento per la miglior presenza nei social media
    • Bronzo per il miglior annuncio pubblicitario
  • 2015

  • 2015

    Sposta nuova sede principale Sky-Frame a Frauenfeld, Svizzera

  • 2014

    Sky-Frame è stata insignita del Prix SVC Ostschweiz

    Messa a punto di Sky-Frame Slope e Sun

    Fondazione della filiale italiana

  • 2013

    Certificazione di Sky-Frame 3P come prima finestra scorrevole in metallo con certificato Minergie-P®

    Messa a punto di Sky-Frame Arc e Fly

  • 2012

    Sky-Frame 3 raggiunge la soglia massima di isolamento acustico pari a 44 decibel (ift Rosenheim)

    Sky-Frame vince il Designer’s Saturday Award d’oro

  • 2011

    Sky-Frame è presente in tutti i continenti

  • 2010

    Certificazione di Sky-Frame 3 come prima finestra scorrevole in metallo con certificato Minergie®

    Certificazione R&G Metallbau AG secondo ISO 9001:2008

  • 2009

    Vittoria del premio all’innovazione al «Concours d’Innovation Batimat» di Parigi

    Messa a punto del sistema ad elevato isolamento Sky-Frame 3

  • 2006

    Sky-Frame si aggiudica il premio innovazione architettura e tecnica

  • 2004

    Nascita di una rete per i partner di distribuzione di Sky-Frame

  • 2002

    Installazione del primo impianto Sky-Frame

  • 1993

    Fondazione dell’azienda R&G Metallbau AG da parte di J. Rüegg e B. Guhl con tre collaboratori